about my work Abu Ali Art audio beuys cartography contemporary death device Dhamma dreams exile herzog highlights in progress la escocesa language materials meditation memory micelio micro mountain my stuff new paradigm news news archive notes pasolini perejaume poetry politics portfolio leftovers press readings realities resources RSS feeds ruins sequere the collapse the machine time video vipassana visions Walking

Cavalcare Il Nemico | Not | NERO

20/9/2022 ☼ By INFORMATIVA COOKIES. Taken from instapaper. Tags:

Source: https://not.neroeditions.com/cavalcare-il-nemico/

Highlights

  • Il nemico marcia in testa a te ma anche alle tue spalle. Il nemico marcia con i piedi nelle tue stesse scarpe. Quindi anche se le tracce non le vedi è sempre dalla tua parte.” Claudio Lolli (View Highlight)

  • Chi si occupa di comunicazione” (il temine è una sineddoche volutamente ambigua, perché sostituisce i termini più corretti di propaganda” o pubblicità commerciale”) produce quindi i contenuti con maggiore diffusione. (View Highlight)

  • Oggi il pensiero di Carl Schmitt, riconosciuto esplicitamente solo dalla estrema destra sovranista, è in realtà il principio guida delle tecniche di costruzione dell’identità di tutte le forze politiche, attraverso quella polarizzazione e semplificazione delle posizioni a cui assistiamo nella comunicazione pubblica. (View Highlight)

    • Note: La specifica distinzione politica alla quale è possibile ricondurre le azioni e i motivi politici, è la distinzione di amico (Freund) e nemico (Feind).”
  • la costruzione del Noi. (View Highlight)

  • Questo modello comunicativo fa leva sul meccanismo più semplice e primitivo della costituzione di un’identità. Secondo la Teoria dell’Identità Sociale, proposta dallo psicologo britannico Henri Tajfel negli anni 70, il gruppo identitario si costituisce separando le caratteristiche dell’ingroup (Noi) da quelle degli appartenenti all’outgroup (Altri) tramite la categorizzazione. L’individuo costruisce la propria identità mediante l’appartenenza ai vari gruppi e riesce così a interpretare la realtà mediante delle categorie che lo fanno sentire migliore o superiore agli altri. (View Highlight)

  • La separazione in amici e nemici non ha connotazioni morali in sé . Il nemico è tale in quanto Altro minaccioso. Non è nemico perché compie delle azioni immorali; al contrario, le sue azioni sono immorali in quanto nemico. Le stesse azioni, compiute da un amico, non risultano immorali perché vengono comunque giustificate dall’essere un freno al nemico. (View Highlight)

  • La differenza sostanziale che, in questi esempi, divide la posizione di sinistra” da quella di destra” è nei valori che sono dietro al Noi. (View Highlight)

  • Nel 1954, lo psicologo Abraham Maslow propose un modello dello sviluppo umano fondato su una gerarchia di bisogni disposti all’interno di un diagramma a piramide. Mentre il bisogno di sicurezza è alla base della piramide di Maslow, valori come il rispetto reciproco e ancora di più solidarietà e accoglienza si trovano sulla cima della piramide. Bisogna prima aver soddisfatto i bisogni che sono alla base per poter prendere in considerazione quelli al vertice. Puntare retoricamente sui valori che tutelano i bisogni alla base della piramide, come fanno le forze politiche di destra nella loro comunicazione performativa, garantisce che quel messaggio verrà riconosciuto da una più grande massa di persone che sente di appartenere a un Noi insicuro, bisognoso, isolato, frustrato. (View Highlight)

    • Note: Cosa succede invertendo la piramide?
  • Lungi dall’essere dismessa, la dialettica tra dominatori e dominati, tra classi egemoniche e classi subalterne, si arricchisce di nuove e più variegate caratteristiche nello spazio dei social. Ogni singola interazione degli utenti sulle piattaforme digitali contribuisce al monitoraggio in tempo reale degli effetti a breve termine delle campagne di comunicazione politica: un accentramento del sapere che corrisponde in modo speculare a un accentramento di potere. In questo contesto, vengono rafforzati gli aspetti emozionali, a costo di iperboliche esagerazioni e aumento della violenza verbale, perché sono gli aspetti polarizzanti che garantiscono una maggiore risposta in termini di engagment e quindi di visibilità fornita dall’algoritmo. È evidente qui come il medium (il social network) determina la qualità del messaggio, che si deve adeguare alle sue dinamiche distorsive e di proliferazione virale. Viene estratta informazione da chi ne ha poca per accrescere il numero di informazioni accumulate da chi ne possiede e gestisce quantità enormi. Ricorda qualcosa? (View Highlight)

  • Una mitologia vuole che l’utente crei il valore con i suoi dati. Non è così: le interazioni in rete sono una forma di consumo che permette l’esistenza del mercato dei servizi venduti. Questa forma della costruzione della identità politica contribuisce quindi alla riproduzione del capitalismo delle piattaforme e all’accumulazione di informazioni da parte di chi ne gestisce il monopolio. (View Highlight)

  • In secondo luogo, tramite l’uso dei social media ogni persona viene trasformata in un profilo appiattito sulla rilevazione algoritmica. Di questo profilo interessa la conversione del comportamento in quello atteso (appoggio, attivazione, finanziamento, voto) che è sostanzialmente quello di un consumatore, non di un cittadino. Questo processo è iniziato con la politica di massa che separava nettamente i politici per professione dagli elettori, il cui unico valore è il numero. Come rivelala teoria Schmitt, l’elettore diventa il mezzo e non il fine della politica. (View Highlight)

  • L’ultimo e più ingannevole condizionamento è l’adattamento di una proposta politica all’efficacia percepita e misurata nei confronti della comunicazione. Come ho illustrato mediante l’analisi delle motivazioni di Maslow, i valori che tutelano i bisogni primari e la sicurezza conducono dritti verso il nazionalismo militarista e xenofobo sacrificando i bisogni più evoluti che si trovano alla vetta della piramide e che permettono il pieno sviluppo della personalità sociale. (View Highlight)

  • I grandi partiti istituzionali, che si affidano a comunicatori di professione, sanno bene che la campagna elettorale è del tutto ininfluente sul programma politico di quando saranno al governo: l’identificazione non si costituisce in base al programma, bensì su aspetti marginali ma capaci di fondare una comunità fortemente identificata. Il programma politico sarà invece il frutto di mediazioni in un progetto condotto da esperti che mira ad alcuni obiettivi strategici condivisi. (View Highlight)

INFORMATIVA COOKIESinstapaper


Previous post
Así Estropean El Cielo Los Satélites De Elon Musk | Source: https://elpais.com/ciencia/2020-07-23/asi-estropean-el-cielo-los-satelites-de-elon-musk.html El proyecto de Musk supone un enjambre de al...
Next post
¿Quién Es Giorgia Meloni? | Source: https://elpais.com/opinion/2022-09-18/quien-es-giorgia-meloni.html Recordemos que el fascismo nunca fue formalmente expulsado de la vida...

go ◁ back go random