about my work Abu Ali art audio beuys cartography contemporary death device Dhamma dreams exile herzog highlights in progress la escocesa language materials meditation memory micelio micro mountain my stuff new paradigm news news archive notes pasolini perejaume poetry politics portfolio leftovers press readings realities resources RSS feeds ruins sequere The collapse the machine time video vipassana visions walking

Xenia I

30/11/2017 ☼ Last update: 12/09/2022 ☼ Tags:

4

Avevamo studiato per l’aldilà
un fischio, un segno di riconoscimento.
Mi provo a modularlo nella speranza
che tutti siamo già morti senza saperlo.

13

Tuo fratello morì giovane; tu eri
la bimba scarruffata che mi guarda
“in posa” nell’ovale di un ritratto.
Scrisse musiche inedite, inaudite,
oggi sepolte in un baule o andate
al màcero. Forse le riinventa
qualcuno inconsapevole, se ciò ch’è scritto è scritto.
L’amavo senza averlo conosciuto.
Fuori di te nessuno lo ricordava.
Non ho fatto ricerche: ora è inutile.
Dopo di te sono rimasto il solo
per cui egli è esistito. Ma è possibile,
lo sai, amare un’ombra, ombre noi stessi.

(Eugenio Montale, Xenia I)

Marco Noris, Xenia I, 2006, oil on canvas, 146x146 cmMarco Noris, Xenia I, 2006, oil on canvas, 146x146 cm


Previous post
Deshumanizados, Perdidos, Alienados... | Source: http://diarioemiliohm.blogspot.com/2016/08/deshumanizados-perdidos-alienados.html Nos hemos convertido en prolongaciones humanas de las...
Next post
Jaime Gil de Biedma - No volveré a ser joven | Que la vida iba en serio uno lo empieza a comprender más tarde -como todos los jóvenes, yo vine a llevarme la vida por delante. Dejar huella quería...

go ◁ back go random